ASSEGNATE LE BANDIER DI GUERRA AI REPARTI COMANDO E SUPPORTO TATTICI DELLE GRANDI UNITA’ DELL’ESERCITO

  

Questa mattina, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Pietro Serino, e il Sottocapo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Gaetano Zauner, hanno reso gli onori ai Vessilli che hanno lasciato il Sacrario delle Bandiere di Roma, per essere assegnati ai Reparti Comando e Supporti Tattici delle Grandi Unità dell’Esercito Italiano.

L’Esercito, nel segno della continuità e in virtù del legame ideale che lega i Soldati di oggi agli Eroi del passato, ha deciso di assegnare a tredici Reparti Comando e Supporti Tattici le insegne e la denominazione di unità soppresse nel corso dei vari provvedimenti di riordino della Forza Armata e che hanno scritto pagine gloriose della storia militare italiana.

Divisione “Acqui”                                        57° RCST “Abruzzi”

Divisione “Vittorio Veneto”                         78° RCST “Lupi di Toscana”

Brigata Alpina “Julia”                                 14° RCST Alpini

Brigata Alpina “Taurinense”                        1° RCST Alpini

Brigata Paracadutisti “Folgore”                184° RCTS Paracadutisti “Nembo”

Brigata Aeromobile “Friuli”                         87° RCST “Friuli”

132° Brigata Corazzata “Ariete”                  7° RCST “M.O. Di Dio”

Brigata Cav. “Pozzuolo del Friuli”         RCST “Cavalleggeri di Treviso” (28°)

Brigata Bersaglieri “Garibaldi”                     4° RCST Bersaglieri

Brigata Meccanizzata “Aosta”                     6° RCST “Aosta”

Brigata Meccanizzata “Pinerolo”                13° RCST “Pinerolo”

Brigata Meccanizzata “Sassari”                  45° RCST “Reggio”

Brigata Meccanizzata “Granatieri si S.”      3° RCST Granatieri “Guardie”